In ogni diocesi venga costituito il consiglio per gli affari economici, presieduto dallo stesso Vescovo diocesano o da un suo delegato; esso è composto da almeno tre fedeli, veramente esperti in economia e nel diritto civile ed eminenti per integrità; essi sono nominati dal Vescovo perr un quinquennio, però, terminato tale periodo, possono essere assunti ancora per altri quinquenni. Oltre ai compiti ad esso affidati dal diritto caonico, spetta al consiglio per gli affari economici predisporre ogni anno, secondo le indicazioni del Vescovo diocesano, il bilancio preventivo delle questue e delle elargizioni per l'anno seguente in riferimento alla gestione generale della diocesi e inoltre approvare, alla fine dell'anno, il bilancio delle entrate e delle uscite.(Cann. 492-494)

CONSIGLIO PER GLI AFFARI ECONOMICI
(costituito con decreto dell’Arcivescovo n. 07 del 22/01/213 )

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presidente:  S. E. Mons. Domenico GRAZIANI
Segretario: Dott. Giovanni SCULCO

Componenti

Sac. Giovanni NAPOLITANO
Rag. Salvatore DI VUONO
Dott. Claudio GIOVANNINI
Sac. Oreste MANGIACAPRA

Il Consiglio Diocesano per gli Affari Economici si riunisce nel corso dell’anno nelle date che saranno determinate dalle situazioni che si dovranno gestire.
 
Referente per questo Programma: Il segretario del Consiglio per gli Affari Economici